Tiramis¨ World Cup: Jacopo, giovane autistico, accede alle semifinali

Tiramisù World Cup: Jacopo, giovane autistico, accede alle semifinali.
Il giovane aspirante pasticcere, seguito dalla fondazione Oltre il labirinto, ha conquistato nelle scorse ore le finali del trofeo dedicate al tiramisù migliore del MondoPrendendo parte alla prima giornata della coppa del mondo di Tiramisù, Jacopo, un ragazzo con autismo seguito dalla fondazione Oltre il Labirinto onlus, ha coronato il suo sogno di diventare il più grande pasticcere del mondo.

L'accesso alle seminifinali, conquistato nelle scorse ore, ha reso il tutto ancora più speciale. Per l’occasione Jacopo è già stato  premiato con una speciale medaglia di cristallo del maestro Marco Varisco, presidente dell’Associazione XI di Marca. «Un premio speciale che noi come XI di Marca vogliamo donare a Jacopo per coronare il raggiungimento di un traguardo unico, un traguardo che deve essere celebrato e che vale più di mille vittorie» ha dichiarato Mario Paganessi, direttore della fondazione. Una speciale medaglia di cristallo anche per lo chef Omar Lapecia Bis, insegnante di Jacopo all'alberghiero Beltrame e supervisore nella gara svoltasi nelle scorse ore. La sua partecipazione alla Tiramisù World Cup è soltanto il punto di arrivo di un percorso iniziato diversi anni fa all'interno dei laboratori di pasticceria e cucina portati avanti dalla Fondazione. Laboratori in cui, per due volte alla settimana, decine di ragazzi affetti da autismo sono impegnati nella produzione di biscotti,dolci, panificati, pasta fresca all'uovo e gelato. Jacopo e tutti gli altri ragazzi di Oltre il Labirinto trovano nella cucina una possibilità di inserimento sociale e lavorativo, acquisendo abilità e diventando più indipendenti, imparano a relazionarsi con l’ambiente lavorativo e con i propri compagni.

 

Condividi su Facebook